Le mani del Pd sulla Bpm e il pressing per Modiano

Pietro Modiano, banchiere vicino al Pd, ha liquidato ieri come «una gag» le voci sulla propria candidatura alla presidenza della Banca Popolare di Milano. In realtà il primo sponsor di Modiano sarebbe stato il leader nazionale della Fisac-Cgil, Agostino Megale, con il tacito appoggio del segretario del Pd, Pier Luigi Bersani. E il placet del sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, sostenuto a gran voce durante la campagna elettorale da Barbara Pollastrini del Pd, moglie di Modiano (insieme nella foto). Quest’ultima è però rimasta all’asciutto al momento di dividere gli assessorati. Riconoscenza di Pisapia o la finanza rossa vuole Bpm?