Manifestanti in corteo per uno stabile occupato Ragazzi scesi dal tetto

Un centinaio di persone manifestano per il centro sociale sgomberato in via Savona. Bloccato l'accesso alla metro. Occupanti scesi da tetto e corteo fermo a Coni Zugna

Milano - Da poco dopo le 15 un centinaio di persone si sono ritrovate a porta Genova a Milano per un presidio di solidarietà ai giovani che da giovedì scorso erano sul tetto della Bottiglieria, il centro sociale della vicina via Savona, per impedire lo sgombero completo della struttura. I ragazzi sono poi partiti in corteo. In un primo momento la polizia aveva circondato i ragazzi e bloccato l'accesso alla fermata della metropolitana. Gli occupanti sono poi scesi dal tetto e si sono uniti ai manifestanti, ora fermi in viale Coni Zugna.

La Bottiglieria occupata Questa mattina l’avvocato Eugenio Losco, legale dei giovani saliti sul tetto dell'edificio, è andato a trovarli. I cinque hanno fatto sapere che stanno bene e che non intendono abbandonare l'occupazione. Il centro sociale, di area anarco-individualista, era stato sgomberato giovedì mattina, ma in sette avevano risposto all'arrivo delle forze dell'ordine salendo in cima alle due palazzine dismesse. Tra ieri sera e stamattina due ragazzi sono scesi. La zona è transennata da allora e i varchi di accesso agli stabili fatiscenti sono stati bloccati. Dovrebbe, quindi, iniziare a scarseggiare l’acqua e il cibo all'interno della struttura. Polizia, carabinieri e pompieri non intervengono perchè i tetti sono percolanti e c’è il rischio che qualcuno possa farsi male.