Mano tesa alle Autorità

«Facciamo la pace, senza che nessuno perda la faccia»: è il messaggio lanciato dall’ad Eni, Paolo Scaroni, alle Autorità dell’energia e del mercato. «Sono convinto che il modo di procedere in cui le Authority danno le sanzioni e tutti ricorrono sia sbagliato - ha detto - sarebbe una cosa positiva evitare la litigiosità perenne dei settori regolati. Ho cercato di chiudere le partite passate avanzando proposte correttive: con l’Antitrust abbiamo offerto un impegno pro-competitivo che chiuda la vicenda Gnl. Ma vorrei che le Autorità smettessero di emettere centinaia di delibere che provocano per il 70% dei ricorsi al Tar».