Manovra in fumo

Secondo Il Foglio Romano Prodi «trasgredisce il divieto di fumare negli uffici pubblici». Durante le riunioni ristrette di Palazzo Chigi, si legge nella rubrica Alta Società, Prodi «accende implacabile il suo sigaro toscano dal forte odore. Alcuni ministri, in privato, si lamentano. E appena rientrati a casa consegnano le grisaglie alle mogli o cameriere. Per metterle all’aria, a deodorarsi». Povero Romano: costretto a trasgredire la legge per cercare la quadra di una manovra finanziaria che cambia ogni giorno. E che, come il suo governo, rischia di andare in fumo.