Manovra, l’Udc salva la maggioranza

Sono rimasti fermi al loro posto nonostante i colleghi di opposizione, di Pd e Idv, sfilassero tra gli scranni per lasciare l’aula. Anche l’Udc è opposizione, ma ieri ha deciso di mantenere in piedi il numero legale alla Camera durante la discussione del disegno di legge Manovra. I centristi hanno votato a modo loro, distinguendosi dal Pdl. Ma si sono distinti anche dagli altri due partiti: all’opposizione, ma presenti. Per una parte del pomeriggio i lavori nell’emiciclo sono quindi proseguiti proprio grazie al partito di Casini (nella foto). Numero legale ancora valido. I lavori del ddl manovra sono quindi potuti proseguire proprio per questa non conformità dell’Udc all’opposizione. Per qualche minuto a Montecitorio sembrava essere tornata la vecchia maggioranza, quella del precedente governo 2001-2006.