«Manovra timida, esecutivo estremista»

«L’Italia è un Paese straordinario, in cui ci sono persone di grande eccellenza. Gli italiani ci sono, manca l’Italia. Abbiamo bisogno di interventi profondi, quasi da ricostruzione. Servono riforme, e per farle c’è bisogno di più dialogo tra maggioranza e opposizione». Ad affermarlo è il presidente di Confindustria, Luca Cordero di Montezemolo, durante l’incontro in videochat con i lettori di Corriere.it, commentando le parole del premier Romano Prodi che ha definito l’Italia «un Paese impazzito». La critica alla manovra 2007 che sta avanzando in Parlamento è in profondità: «È mancato il coraggio. Bisognava tagliare le inefficienze. È mancato il coraggio di affrontare quei capitoli del Dpef che avrebbero permesso fra l’altro di liberare risorse per gli investimenti fondamentali. Infrastrutture in primis». ». Il governo? «Lo vorrei meno rosso, nel senso di meno estremo - risponde Montezemolo con una battuta. - Però rosso Ferrari va bene»