MANOVRE AL CENTRO

«Stiamo lavorando e le manifestazioni pubbliche avranno i loro tempi». Natale Forlani, portavoce del Forum delle associazioni cristiane del mondo del lavoro, commenta così la notizia della riunione, avvenuta lunedì scorso nella sede della Cei, con il presidente della Conferenza episcopale italiana Angelo Bagnasco, il ministro dei Beni culturali ed ex rettore della Cattolica Lorenzo Ornaghi, il leader della Cisl Raffaele Bonanni e varie associazioni cattoliche. Forlani è molto abbottonato sui tempi e sui contenuti del progetto che parte dal «conclave» di Todi, al quale erano presenti anche due ministri del governo Monti, Corrado Passera (al tempo numero uno di Banca Intesa) e Andrea Riccardi, dominus della Comunità di Sant’Egidio oggi titolare alla Cooperazione e all’Integrazione. Ma alcune indiscrezioni di stampa sul ruolo dei protagonisti del vertice e sul futuro «partito unico dei cattolici» ha infastidito lo stesso Forlani: «Molte ricostruzioni sono fantasiose. Il manifesto di Todi e l’eventuale “Cosa Bianca”? che (secondo alcuni giornali, ndr) sarebbe alla base di una eventuale nuova Democrazia cristiana? Non ho niente da dire - afferma - certi processi hanno i loro tempi».