Manovre militari dietro il consigliere del Quirinale

Grandi manovre intorno alla poltrona di Rolando Mosca Moschini, ex comandante generale della Finanza, ex capo di Stato maggiore della Difesa, oggi consigliere militare del presidente della Repubblica. Moschini compirà i 70 anni a marzo. Se scegliesse la strada della pensione, il suo posto al Quirinale potrebbe - in omaggio al patto non scritto di rotazione tra le tre forze armate - andare all’ammiraglio Paolo La Rosa, oggi capo di Stato maggiore della Marina. E la poltrona di quest’ultimo non dispiacerebbe a Bruno Branciforte, che lascerebbe a sua volta libera la casella di direttore dell'Aise, l’ex Sismi. Forse anche in previsione di un addio anticipato al servizio segreto militare. Branciforte sta intensificando negli ultimi tempi gli investimenti in quella che ritiene una branca decisiva della moderna intelligence: il Sigint (ovvero Signal Intelligence), il sistema di satelliti per intercettazioni planetarie in uso all’Aise.