Mantova, esame per la patente: magrebina costretta a togliere il velo

Secondo una testimone, "la donna era riconoscibile, ma il funzionario temeva che nascondesse un auricolare".

Una donna magrebina, di religione islamica, è stata costretta a togliere il velo che le copriva il capo e le lasciava completamente libero il volto, per sostenere l'esame di teoria per la patente di guida. È accaduto sabato scorso alla motorizzazione civile di Mantova. È stato il funzionario che stava registrando gli esaminandi a pretendere che la donna togliesse il foulard.
«Temeva che sotto avesse un auricolare», hanno riferito alcuni testimoni, rimasti colpiti dall'ordine perentorio del funzionario. «Le ha detto chiaramente che se avesse tenuto il velo non avrebbe fatto l'esame - ha raccontato Viola Banzi, 18 anni, di Mantova, anche lei impegnata nell'esame -. La signora aveva il velo che le copriva il capo e il volto era perfettamente riconoscibile. Inoltre, aveva detto che era la seconda volta che sosteneva l'esame e la prima l'aveva fatto regolarmente con il velo». Secondo i testimoni la donna, dopo esseri tolta il velo in bagno, piangendo, ha sostenuto la prova teorica, poi superata. Dalla Motorizzazione, finora, non è arrivato alcun commento all'episodio.(ANSA).
N12-MF/LP 07-NOV-10 18:09 NNN