Mantova Truffe agli autogrill Venti persone condannate

Sono stati condannati per truffa e associazione a delinquere 20 dei 25 imputati accusati di truffare automobilisti negli autogrill della Milano-Venezia, con il gioco delle tre campanelle.
La gang, secondo l’accusa, aveva potuto agire indisturbata perché godeva della protezione dell’allora comandante della Polstrada di Verona sud, tuttora sotto processo a Brescia per la stessa vicenda. Le pene variano da 2 anni e 6 mesi a 6 anni e 9 mesi. Degli altri cinque imputati 4 sono stati assolti e uno è morto prima della conclusione del processo.
I fatti risalgono al 2006. I truffatori convincevano gli automobilisti di passaggio a puntare denaro sulla campanella sotto la quale veniva nascosta una pallina che abili mani spostavano rapidamente. I giocatori, disorientati, perdevano regolarmente.