Mantova in vetta, il Toro sprofonda

Silvano Tauceri

Grande e significativo riscatto del Mantova. Un solo punto nelle ultime due partite, sintomi di crisi evidenziati dalle tre sconfitte consecutive in trasferta, la squadra del presidente Lori riparte proprio dal campo di Rimini grazie a un gioco brillante e concreto con Tarana e l’emergente Caridi a far di nuovo sognare. E torna momentaneamente in vetta. Si deve però attendere la risposta del Catania impegnato stasera (si gioca addirittura alle 21, poi si lamentano per il gelo e la fuga del pubblico). Sarà verifica anche per il Crotone, in momento favorevole.
Per una squadra che esce dal tunnel un’altra che sprofonda: il Torino. I granata hanno operato attivamente sul mercato di gennaio, sono arrivati giocatori importanti ma il risultato è stato finora deludente: tre pareggi dopo il ko interno con l’Arezzo e ieri, malgrado il grande impegno agonistico e la rabbiosa reazione, la sconfitta a Vicenza. De Biasi rischia la panchina. Del pareggio deve accontentarsi l’Atalanta, altra protagonista colpita dal mal di testa, che non potrà sbagliare la sfida di sabato contro il Mantova. Il Cesena s’era appena proposto come terza forza, ambizioni ridimensionate al momento dalla doppietta del lituano Danilevicius che trascina l’Avellino verso la salvezza. Due espulsi e due rigori, nervosismo più che gioco fra Brescia e Verona. E c’era Tombolini.