"Manuel è pentito, chiederemo perizia psichiatrica"

"La prima cosa che chiederemo è una perizia psichiatrica, oltre agli esami tossicologici". È questa la strategia della difesa di Manuel Foffo, uno degli assassini di Luca Varani, ucciso a martellate dopo un festino a base di cocaina.

"Domani depositerò la richiesta di incidente probatorio in questo senso, con la massima lealtà e anche tenendo presente il dolore della famiglia del povero ragazzo che è stato ucciso", ha detto ai microfoni di Radio24 l'avvocato Michele Andreano, "Se ci sono le condizioni scientifiche per dimostrare che in quel momento non era in grado di intendere e di volere è chiaro che abbiamo il dovere di verificarlo. Se Foffo ha assunto quantitativi di cocaina di quel livello e i due hanno bevuto superalcolici per due giorni ininterrottamente si capisce che gli effetti sono devastanti, per cui dovremmo, anche per dovere difensivo, valutare se in quel momento erano in grado di intendere e di volere".

Secondo il legale, inoltre, Foffo "è profondamente pentito di quello che ha fatto e man mano che sono passate le ore si è reso conto del dramma di cui è stato causa". "Nell'immediato non si è assolutamente reso conto di quello che aveva fatto, tanto che subito dopo i fatti hanno dormito a casa con il cadavere forse per ore lì vicino a loro. Poi sono usciti, hanno fatto un altro giro per Roma e man mano che smaltivano si sono resi conto", spiega l'avvocato, "L'altro ragazzo sembra che sia andato in hotel per tentare il suicidio, il mio assistito invece ha detto tutto al padre".

Commenti

i-taglianibravagente

Mar, 08/03/2016 - 18:32

Finira' che gli chiederanno scusa e poi lo risarciranno pure. E poi il padre, che lo conosce bene, ha detto che un bravo ragazzo e ha persino aggiunto.."a volte troppo".

i-taglianibravagente

Mar, 08/03/2016 - 18:54

Entro sera chiederanno ai genitori del malcapitato di perdonarli, e da domani la notizie saranno tutte sui genitori di Varani e la loro durezza di cuore nel non voler perdonare 2 poveri ragazzi vittime della droga, sinceramente pentiti.

joecivitanova

Mer, 09/03/2016 - 01:34

...fatemi capire, se una persona guida l'auto in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di stupefacenti e provoca un incidente ed uccide delle persone, queste cose agiscono da aggravanti nello stabilire la condanna di chi ha commesso il reato; qui invece le cose si capovolgono e lo stato di ebbrezza e l'assunzione di droghe potrebbero essere delle attenuanti nello stabilire la condanna dell'imputato, poiché non era in grado di intendere e di volere (Perché quello che guidava lo era!?) ..Ma fatemi il piacere; la droga, quando l'ha assunta, l'ha assunta perfettamente in grado di intendere e di volerla assumere e poi è andato a combinare quel che ha combinato, non con l'auto, ma con altri mezzi, PUNTO. Anzi, con l'auto all'inizio è una folle corsa (sempre criminale comunque), qui si parte con un gioco perverso per poi uccidere volontariamente e basta, ed è anche peggio, credo. G.