Manuelle, arriva l’erede di Ricky Martin

Colonna sonora della serata saranno brani briosi e melodie struggenti in un mix di sonorità

Roberto Zadik

Il grande Ricky Martin ha già un erede. È il suo connazionale Victor Manuelle che, dalle 21,30 di questa sera libererà sul palco del Forum tutta l’energia e la vitalità della salsa in un grande concerto. Ritmo, grinta e atmosfere tropicali formeranno un tutt’uno.
Il Festival LatinoAmericando avrà come protagonista una star dalla voce potentissima e dal repertorio trascinante che si lancerà in un’esibizione di grande intensità tra canzoni e spettacolari numeri di ballo. In poco più di dieci anni, Manuelle si è affermato nel panorama musicale internazionale grazie ad album come Justo a Tiempo con il quale nel 1993 l’artista riuscì a vendere milioni di copie diventando il più famoso tra i salseros della nuova generazione. Colonna sonora della serata saranno canzoni briose e movimentate tra cui Ironia e melodie sentimentali e struggenti come Mentiras e Asi es la mujer uscite di recente e trasmesse in tutte le principali radio sudamericane. Una voce potentissima e uno stile inconfondibile e di grande originalità che hanno permesso a questo giovane talento di mettere d’accordo pubblico e critica grazie alle sue doti di intrattenitore carismatico e all’espressività e alla varietà di generi musicali delle sue canzoni. Non solo salsa, ma una serie di influenze e ispirazioni per un artista completo e intenso come Manuelle.
E queste qualità, Manuelle le porterà questa sera sulla scena milanese spaziando come, nel suo ultimo album, Travesia uscito l’anno scorso, dal flamenco al cha cha cha in un mix accattivante e coinvolgente. Malgrado i suoi trent’anni, il musicista ha già dimostrato una grande maturità artistica collaborando con grandi nomi della salsa e della scena sudamericana e aggiudicandosi prestigiosi riconoscimenti. Il cantante ha raggiunto varie volte il primo posto in classifica ricevendo numerosi riconoscimenti tra i quali quello di Miglior musicista della sua generazione, assegnatogli dal Senato di Puerto Rico, e il Premio Ascap. Queste sono solo alcune delle tappe della carriera del giovane talento che ha saputo reinventare in modo del tutto personale un genere «storico» come la salsa.
Manuelle ha suonato con «mostri sacri» della salsa come Domingo Quinonez, Rey Ruiz, Eddie Santiago e gli insuperabili Cheo Feliciano e Gilberto Santa Rosa cantando al loro fianco e migliorando sempre di più il suo modo di esibirsi e di interpretare le sue canzoni. Un artista in continua evoluzione che ha saputo mantenere un alto livello di qualità pur continuando a registrare un album dietro l’altro. Sonorità tropicali e trascinanti per questo «nuovo Ricky Martin» che si è esibito sui palchi di mezzo mondo incantando ogni volta la folla con il suo talento e la sua verve. Una serie incredibile di spettacoli, dal Belgio alla Svizzera, per un artista noto nell’ambiente musicale per la propria tenacia. A questo proposito l’amico e collega Emilio Estefan in un’intervista ha detto di lui: «Manuelle possiede doti come il talento, la perseveranza e l’onestà». Estefan ha poi aggiunto: «Sono sicuro che queste qualità porteranno Victor ad avere un successo su scala mondiale».