Manusardi e Goloubev: un «Tandem» di classe

Da giovane il pianista Guido Manusardi preferì lasciare l’Italia piuttosto che scendere a compromessi con la musica leggera. Soggiornò qua e là in Europa e in Scandinavia incontrò il grande contrabbassista Red Mitchell. Con lui suonò in duo dando vita a una collaborazione rimpianta. Adesso, a 72 anni, Manusardi ritrova il paradiso perduto accanto al contrabbassista russo Yuri Goloubev, italiano d’adozione e beniamino del nostro pubblico per la bellezza del suono, la tecnica impeccabile e il senso perfetto del jazz malgrado la lunga milizia classica (è stato uno dei Solisti di Mosca). Eccoli insieme, ciascuno attento alle improvvisazioni dell’altro che puntualmente intuisce e asseconda. Gli 11 brani, tre di Manusardi, gli altri sempreverdi, diventano esempi magnifici di interplay e di intrecci sapienti.

Manusardi & Goloubev Tandem (Splasch).