Manzi: «Nei ristoranti una carta dei vini laziali»

Una carta dei vini per vincere la sfida della qualità. Lo propone Bruno Manzi, assessore provinciale allo Sviluppo economico e produttivo, commentando i dati diffusi dall’Assonologi ed Enotecnici italiani sulla vendemmia del 2005. «La Giunta Gasbarra - ha detto Manzi - si è da tempo attivata per realizzare la carta dei vini della Provincia di Roma da proporre e diffondere sul mercato della capitale e in particolare ai ristoratori. In questo modo potremo raggiungere due obiettivi molto importanti: penetrare, con i vini prodotti nella provincia, con più efficacia nel vasto mercato di Roma e nello stesso tempo vincere la sfida della qualità con una maggiore tutela del nostro prodotto vinicolo». Secondo quanto evidenziato dal rapporto redatto dall’Assonologi ed Enotecnici Italiani, la Provincia di Roma detiene il primato nell’area laziale sia per la quantità di uve prodotte, che per le aziende impegnate nel settore vinicolo. L’assessore Manzi ha concluso dicendo che i dati raccolti nel rapporti devono incoraggiare a proseguire l’azione di sostegno e rilancio di un settore trainante dell’economia della Provincia di Roma, che rappresenta anche un importante patrimonio culturale per il territorio.