Manzoni, «Iswhat?!» e dopo Sharp e Sumlin

Oggi alle 21 al Teatro Manzoni Aperitivo in Concerto ospita il sestetto «Iswhat?!» di Napoleon Maddox con Archie Shepp, Oliver Lake, Cheme Gastelum, Joe Fonda e Hamid Drake. Lunedì 26, stesso teatro e stessa ora, è previsto un altro concerto in esclusiva italiana con i chitarristi Elliott Sharp e Hubert Sumlin che rileggono la storia del blues. Al Caffè Doria di viale Andrea Doria 22 si ascolta domani dalle 22 in poi jazz tradizionale pregevole nello stile di Jelly Roll Morton, con Vittorio Castelli clarinetto, Paolo Alderighi pianoforte e Massimo Caracca batteria. Domani il Blue Note completa i concerti del sestetto di Marcus Miller. Seguono mercoledì il trio di Mauro Grossi, Attilio Zanchi e Marco Castiglioni, e il 23 e 24 novembre i Matt Bianco. Agli Arcimboldi ritorna il jazz d'avanguardia venerdì 23 alle 21 con John Zorn; chi preferisce il jazz mainstream può invece recarsi alla Palazzina Liberty dove la sassofonista Carla Marciano suona con Franco Cerri, Enrico Intra, Lucio Terzano e Tony Arco. Alla Salumeria mercoledì alle 22, il sassofonista Piero Odorici incontra in quartetto il percussionista Luis Agudo; a seguire l’orchestra di Paolo Tomelleri.