MANZONI Monti-D’Angelo una coppia troppo moderna

Grandi applausi per «Indovina chi viene a cena?» la commedia di William Rose

Viviana Persiani

É un vortice di ironia ad avvolgere la platea del Teatro Manzoni, con la coppia Ivana Monti-Gianfranco D'Angelo a tenere a battesimo la stagione teatrale 2006-2007 celebrando il ventottesimo anno dell'era Fininvest della prestigiosa sala.
Con Indovina chi viene a cena?, diretti da Patrick Rossi Gastaldi i due attori, interpreti di una commedia rosa, romantica e sentimentale, nel contempo sfumata di tragicità, sono i protagonisti della trasposizione teatrale della vicenda portata al successo dalla pellicola girata da Stanley Kramer e interpretata dal duo Katherine Hepburn e Spencer Tracy.
Se negli anni Sessanta al cinema si poteva assistere ad una storia dolcemente manierata, filtrata dalla tradizione hollywoodiana, al Teatro Manzoni, invece, si vivranno le atmosfere contemporanee, tuttavia pregne ancora di pregiudizi nei confronti dei diversi e di intolleranze che ancora ardono sotto la cenere.
Il regista Rossi Gastaldi torna sulla scena del Manzoni con una commedia, genere che da ormai cinque anni aveva abbandonato: «Sono subito rimasto affascinato dal testo di William Arthur Rose e ho voluto affrontarlo sulla scena in maniera romantica; dopo averlo sfrondato delle sezioni salottiere, quelle discorsive, ho consentito che il messaggio fosse trasmesso da attori diretti, scarni e moderni. L'ironia governa la scena attraverso battute chiare. Sono stato felice di lavorare con D'Angelo, un attore che è maturato con tutte le componenti del teatro italiano, mentre Ivana, quando recita, ha il suono il Strehler che amo particolarmente».
«Abbiamo affrontato questo lavoro - commenta D'Angelo - interpretando sulla scena il messaggio importante della tolleranza e della comprensione; rispetto agli anni Sessanta, abbiamo fatto dei passi avanti, ma ancora ne dobbiamo fare di strada. Con una compagna di lavoro eccezionale ho contribuito a realizzare la lettura di Patrick che, con la sua solita leggerezza e l'indiscutibile eleganza, ha messo in scena una storia comica e tragica».
Non è stato semplice per il regista scegliere gli interpreti dei personaggi di colore; optando per coloro che avevano un accento americano, la scelta è caduta su Timothy Martin, nei panni del fidanzato della figlia, Emanuela Trovato, accompagnato dai genitori Howard Ray e Mari Hubert e sorretto dall'invadente governante Fatimata Dembele.
«Portiamo in scena la chiarezza di idee e la capacità di sintesi di Patrick - dice Ivana Monti -. Le mie esperienze di teatro di hanno portato ad affrontare diversi generi; dal grottesco al comico, dal classico all'impegnato: quando ho letto questo copione me ne sono innamorata perché ben si prestava a diventare una commedia ironica. Tra gaffe, imbarazzi, sconvolgimenti e battute alla fine si giunge alla decisione».
Indovina chi viene a cena?, teatro Manzoni, ore 20.45, info 02-7636901, ingresso 28 euro