Mapei mette l’impermeabile agli edifici

Nella celebrazione del settantesimo anniversario, Mapei arricchisce la gamma dei prodotti per l’edilizia, rafforzando ulteriormente la sua presenza nel settore delle impermeabilizzazioni, dove con il Mapelastic ha raggiunto una penetrazione di mercato ineguagliabile.
La novità è rappresentata da una tecnologia che protegge le strutture interrate dalle acque sotterranee, basata sull’utilizzo di un materiale naturale: la bentonite, elemento fondamentale della linea Mapeproof. La bentonite è un’argilla naturale di origine vulcanica. Il nome deriva dalla scoperta del primo giacimento nelle vicinanze di Fort Benton nel Wyoming (Usa). Esistono due tipi di bentonite, quella calcica e quella sodica. La bentonite sodica naturale venendo a contatto con l’acqua, ha una forte coesività interna e un’adesione esterna che blocca l’acqua in quanto il suo obiettivo è quello di raggiungere la massima espansione. Questa è la caratteristica che viene utilizzata per le impermeabilizzazioni, unita a un idoneo contrasto generato sia dal contenitore della bentonite stessa, sia dalla struttura che verrà realizzata su di essa.
Mapei utilizza per questo scopo la tecnologia dell’interagugliatura dei geotessili. Si tratta di un processo produttivo che impiega delle piastre con migliaia di speciali aghi uncinati in veloce movimento alternato che fanno passare parte delle fibre del tessuto-non-tessuto superiore attraverso lo strato centrale di bentonite e le ancorano al geotessile dello strato inferiore di supporto.
Viene inoltre generato per tutto lo sviluppo dell’area un labirinto di fibre sintetiche al cui interno le particelle di bentonite restano stabilmente confinate in posizione. Il risultato è un materiale in grado di mantenere la bentonite sodica naturale idratata anche in posizione verticale. Mapeproof, prodotto Mapei per le impermeabilizzazioni di strutture interrate, è un telo bentonitico costituito dall’accoppiamento meccanico di due geotessili al cui interno è presente uno strato continuo di bentonite sodica naturale micronizzata, che viene utilizzato per la protezione dalle acque di falda, da quelle di percolazione e dall’umidità del terreno di tutte le strutture interrate quali parcheggi, cantine, taverne, fosse ascensori, ecc.
I vantaggi offerti da Mapeproof sono la praticità di posa, l’ottimo autoconfinamento offerto dall’interagugliatura che garantisce la stabilità della bentonite sulle superfici verticali. Nessun attrezzo particolare per la sua posa: viene infatti chiodato ai supporti, si adatta agevolmente a tutte le forme e superfici.
Applicato, crea una protezione impermeabile attiva, che sigilla le piccole fessurazioni postume del calcestruzzo e, grazie alle caratteristiche sopra menzionate della bentonite sodica naturale micronizzata contenuta in Mapeproof, si evitano le problematiche di trasmigrazioni laterali dell’acqua permettendo così la riparabilità del sistema.
Una tecnologia utilizzata da specialisti per rispondere a all’esigenza di impermeabilità delle strutture interrate, dove si vogliano evitare infiltrazioni o umidità di risalita dalle fondazioni.