Una mappa equestre per il Carnevale romano

È nel segno del cavallo il carnevale romano edizione 2010. Dopo il ritorno della sfilata dei cavalli in via del Corso, tradizione voluta da Paolo II e ripristinata quest’anno dopo 136 anni con grande successo di pubblico, ieri sono state presentate in Campidoglio tre iniziative editoriali legate al nobile animale: «Cavalli a Roma», mappa storico-artistica tra arte, sport e tradizione curata da Valeria Arnaldi; «Roma, il cavallo e il carnevale. Storia, costume, curiosità» volume illustrato della stessa Arnaldi con Rodolfo Lorenzini e Giorgio Salvatori; e «Il carnevale e le corse al corso», antologia tematica curata da Marina Beer e Sante Polica. Le tre pubblicazioni saranno distribuite gratuitamente fino a martedì 16 febbraio presso il Villaggio della cultura e della tradizione di piazza del Popolo, curato da Rodolfo Lorenzini per l’Accademia dell’arte equestre e che ospiterà stand, talk-show, dibattiti, incontri, spettacoli e presentazioni per riscoprire e valorizzare il legame tra Roma, il cavallo e il carnevale, in un ricco calendario di appuntamenti che avrà il suo clou oggi e domani nello spettacolo equestre «I cavalli di Roma».
La mappa storico-artistica «Cavalli a Roma» è un itinerario ragionato con 55 punti di interesse, dalla statua equestre del Marco Aurelio in Campidoglio al «Cavallo morente» di Francesco Messina, simbolo della sede Rai di viale Mazzini passando per musei, statue, ippodromi, carrozzelle e naturalmente per Piazza di Siena. Il volume «Roma, il cavallo e il Carnevale» racconta storia e aneddoti del rapporto tra la città e quest’animale, tra arte, cinema, tradizione e lavoro.