Mappe online: tre servizi a confronto

Una delle prime applicazioni pratiche della tecnologia AJAX è stata la visualizzazione di mappe geografiche online. Capostipite dei servizi dedicati alla cartografia online è stato Google Maps

Una delle prime applicazioni pratiche della tecnologia AJAX (tecnologia che permette di creare contenuti web più interattivi rispetto alle possibilità offerte dalla classica tecnologia client-server) è stata la visualizzazione di mappe geografiche online. Capostipite dei servizi dedicati alla cartografia online è stato Google Maps.

Facile da programmare e da includere in ogni pagina web (trovate qui alcuni tutorial su come cominciare a sviluppare pagine che integrano il servizio Google Maps), precisissimo, è stato seguito a ruota da servizi simili creati dalla concorrenza.

Metteremo di seguito a confronto i tre principali player di questo settore: Yahoo! Maps, Microsoft Maps e appunto Google Maps.

Cominciamo dal primo: Yahoo! Maps (in Italia viaggia a braccetto con il caro vecchio TuttoCittà) permette di calcolare percorsi, trovare alberghi, ristoranti, taxi e altri punti di interesse, nonché di ottenere informazioni in tempo reale sul traffico.

Il servizio è semplice, completo e offre tutto quel che ci si aspetta. Se però avete bisogno di una vista “satellitare” della zona in cui vi dovete recare, beh, vi toccherà andare sul fratellone Yahoo! Maps.

A dir la verità il grandissimo vantaggio di Yahoo! Maps è l’integrazione con flickr che permette, direttamente dallla più grande piattaforma dedicata allo sharing di fotografie, di posizionare le foto con precisione millimetrica e di navigare in un mappamondo tutto fatto di immagini.

C’è da perderci ore intere!

Microsoft ovviamente non è stata a guardare e ha lanciato sin dal 2005 Live Maps. Peculiarità del sistema sono la visualizzazione 3D e la vista aerea. La prima è utilizzabile attraverso un plugin da installare nel browser (Firefox o Internet Explorer) mentre la seconda è utilizzabile senza “software accessori”.

Ovviamente non tutte le città sono coperte da queste viste, ma immagini di Milano come questa sono impareggiabili. Oltre che su http://maps.live.it potete accedere alle mappe di Microsoft anche da http://mappe.virgilio.it/ infatti il portale ha scelto di appoggiarsi a Live Maps per il suo servizio di mapping online.

Google, per finire, la fa da padrone anche in questo settore. Mappe 3D (con Google Earth, che nella sua quinta versione si spinge anche nelle profondità degli oceani), indicazioni stradali, punti di interesse (ristoranti attività commerciali, ecc...), mash-up sviluppati da società esterne (di local social-network come MyBrianza.it e MySalento.com abbiamo già parlato qui) e Google Street View.

Quest’ultimo servizio è impressionante. Decine di automobili dotate di fotocamera a 360° percorrono in lungo e in largo le città di mezzo mondo fornendo un punto di vista “ad altezza uomo” sulle maggiori città.

In Italia possiamo utilizzare Google Street View a Milano, Roma, Firenze e su tutto il lago di Como. Personalmente trovo Street View il servizio più utile del lotto: ad esempio mi capita spessissimo di controllare, quando mi reco a Milano per lavoro, la disponibilità di parcheggi non a pagamento proprio attraverso le fotografie fornite da Google.

Le mappe online, che siano quelle di Microsoft, Google o Yahoo! Ci hanno cambiato la vita. Possiamo calcolare percorsi, tracciare la nostra posizione (vedi il nuovissimo Google latitude) direttamente dal nostro PC, telefonino o mini-computer.

Ogni tanto viene da chiedersi come facevamo senza di esse e senza i vari navigatori satellitari oggi in commercio ;)

Francesco Napoletano | Napolux dello staff di Uni-Fi Srl