Al via il maquillage per la metro B Arrivano nuovi treni

Metro B, parte l’operazione innovazione. L’investimento del Comune per ammodernare la sotterranea più vecchia di Roma è di oltre 80 milioni. Il piano prevede nuovi treni, la climatizzazione di quelli già in servizio, la ripulitura delle stazioni.
Tutti gli interventi serviranno ad adeguare la linea in previsione di tre appuntamenti fondamentali. Il primo è l’apertura della nuova stazione Tiburtina (fine 2010) destinata a diventare un polo di scambio tra bus urbani ed extraurbani, metropolitana, treni regionali e convogli Tav (Alta velocità) Milano-Roma-Napoli. Il secondo è l’apertura della nuova Metro B1, che consentirà di raggiungere l’Eur direttamente da Conca d’Oro (fine 2011) e piazzale Jonio (fine 2012). L’ultimo, l’entrata in esercizio della Metro C da Pantano a Centocelle (fine 2011) e da Centocelle a Lodi (ottobre 2012). La riqualificazione della B, quindi, va vista in un’ottica di sviluppo complessivo delle infrastrutture verso l’obiettivo di una città libera dalla morsa del traffico, come prevede il Piano Strategico per la Mobilità del sindaco Alemanno.
Le novità che presto renderanno più confortevole il tragitto sulla linea B Rebibbia-Laurentina sono state illustrate ieri mattina dall’assessore alla Mobilità, Sergio Marchi, e dal presidente della società Metropolitana di Roma, Roberto Grappelli.
Il primo super-treno viaggerà già nel mese di dicembre, appena completati i collaudi nelle officine della Met.Ro. Il convoglio, costruito dalla spagnola Caf, è simile a quelli oggi in esercizio sulla A. Prima dell’estate ne entreranno gradualmente in servizio otto. Il programma è di metterne sui binari uno al mese. Il costo complessivo è di 70 milioni. «Siamo ancora alla metà del programma, contiamo di proseguire - spiega Marchi -. Se è vero che si viaggia bene con l’aria condizionata, si viaggia meglio sui treni puliti. E questi sono ancora più moderni della A». «Quest’estate a bordo niente acqua minerale» aggiunge Grappelli, ricordando la sauna dei mesi di luglio e agosto.
Il nuovo treno è composto da sei carrozze comunicanti e interamente climatizzate. Lungo 108 metri, ha una capacità di trasporto di 1.200 viaggiatori, con 216 posti a sedere. È dotato, inoltre, di una pellicola a prova di writer e di un sistema di sicurezza all’avanguardia che comprende la videosorveglianza dei vagoni e di tutte le 48 porte.
Nelle officine Ogr si lavora invece per ammodernare i vecchi convogli in servizio dal 1988. Quelli sostituiti dai nuovi treni Caf saranno interamente ristrutturati. La revisione, costo totale 8 milioni, comprende climatizzazione, aumento del comfort con nuovi sedili e mancorrenti, videosorveglianza. I treni, inoltre, saranno ricoperti di una speciale pellicola anti-writer per evitare atti di vandalismo. Per fare questa operazione saranno tolti dal servizio uno alla volta, completamente sverniciati e ripuliti dai graffiti (vetri compresi) infine riverniciati e pellicolati. Il programma decoro riguarda anche le stazioni. La ripulitura dei muri, annuncia Met.Ro., avverrà entro 48 ore, e prevede il trattamento delle pareti con una sostanza anti-writer. Per cancellare scritte offensive l’intervento sarà più rapido: entro 12 ore. Su un treno si sta anche sperimentando un intervento di sanificazione che utilizza l’ozono, il gas naturale presente nell’aria, che ha proprietà antibatteriche e antivirali. Se l’esperimento andrà bene, sarà esteso a tutto il parco rotabile.