Marò, parcella da 5 milioni per abbandonarli in India

Un bell'affare, sotto ogni punto di vista. Le parcelle pagate dal governo italiano per gli avvocati locali che avrebbero dovuto difendere i nostri marò ci sono costate 5 milioni di dollari. Risultato? I due fucilieri dopo più di due anni sono ancora prigionieri in India. A rendere ancora più scandalosa la vicenda, un dettaglio: uno dei legali indiani è stato «ricompensato» dal governo indiano per il buon lavoro svolto, ed è stato promosso procuratore generale.

Commenti

Torgamba

Sab, 12/07/2014 - 14:37

Perchè non aggiungere ai 5 milioni di dollari i costi dei viaggi di Steffan Da Mistura & Co. (magari anche di qualche parcella che forse hanno ricevuto, senza vergogna), e chiedere a lui e a Monti il rimborso visto il danno che hanno fatto all'Italia? Forza Marò!