Mar Rosso: relax fra coralli e deserto

El Quseir "No bad fish here!". Con un sorriso l’addetto al diving centre rassicura i clienti del Mövenpick Resort El Quseir. Un’oasi di pace e relax che si allunga per oltre tre chilometri: da un lato il reef sul Mar Rosso, dall’altro il deserto. A soli sette chilometri da El Quseir, città che raccoglie antichi reperti archeologici.

La sfida Nel ’93 la società svizzera con l’imprenditore svedese Peder Wallenberg, accetta la sfida di gestire un hotel di lusso in mezzo al deserto, forse convinta anche dalla bellezza architettonica del complesso, frutto del lavoro del giovane architetto egiziano Ramy el Badhawy, che ha saputo armonizzare un piccolo villaggio di lusso con la natura incontaminata. Duecentocinquanta camere, una serie di ristoranti per ogni gusto, piscine, centro benessere, tennis e naturalmente gli immancabli cammelli, animazione soft, c’è ma non è invadente. Insomma tutto ciò che si può desiderare per staccare la spina e ed entrare in sintonia con la natura.

Lo snorkeling Se non mancano le proposte di svago e relax, è il mare il re delle attrattive. Con l’accesso diretto al reef per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni il Movenpick (www.moevenpick-hotels.com) offre una soluzione ideale. Nel completo rispetto dell’ambiente in pochi metri ci si immerge in un paradiso. Non è raro sentire un richiamo degli uomini addetti al diving “Stop, no man on the reef”. Richiamano gli “sbadati” che non hanno letto i cartelli che vietano di calpestare la riva dove è possibile ammirare stelle marine, crinoidi seghettati, paguri, migliaia di piccolissimi esseri che popolano il mare. Hanno capito che la salvaguardia della barriera corallina è fondamentale per lo sviluppo della loro terra. E ne sono custodi preziosi e precisi. Un paradiso a cinque stelle, dove ci si può riposare, ritemprare in tutte le stagioni dell’anno. Ma soprattutto un luogo dove è possibile immergersi in un’altra dimensione. Dove la murena gigante, il pesce sergente maggiore, i calamari, le mante, il pesce coccodrillo nascosto tra la sabbia, il pesce leone dall’aria imbronciata, il pesce lucertola a scacchi bianchi e rossi e tanti, tantissimi pesci coloratissimi diventano i vostri unici compagni di viaggio. In un mondo fantastico dove ogni pesciolino è diverso dall’altro e i colori dei coralli abbagliano tanto sono belli. Un eden sotto’acqua alla portata di tutti, pure dei più paurosi anche grazie all’accurata assistenza degli uomini del diving centre.

L’escursione Un piccolo consiglio: meglio andare direttamente al Quseir a scegliere il classico oggetto ricordo, sarà l’occasione per fare la conoscenza dei tanti bambini che vi accoglieranno sorridendo alla ricerca di una caramella o di una biro, ma anche di vedere alcuni segni dello splendore dell’Egitto più autentico.