Maradona&soci, lo sport raccontato dal corpo

Ora che i Mondiali sono finiti, insieme al balletto di pronostici e previsioni, si passa al dietro le quinte: alle gioie e ai dolori negli spogliatoi, alle emozioni dei campioni, agli sforzi e ai sacrifici dei calciatori, coronati dai successi.
La gloria dello sport passa anche attraverso il corpo. Questo quanto sostiene Emanuela Audisio che presenta oggi (ore 18,30) alle Feltrinelli di piazza Piemonte 2 la sua ultima fatica, Il ventre di Maradona. Storie di campioni che hanno prestato il corpo allo sport (Mondadori), un libro che racconta il mondo dello sport da questa originale prospettiva. Partendo dalla storia di Maradona, dal suo corpo cresciuto a dismisura e dal precipitoso declino fisico e sportivo del «Pibe de Oro», l’autrice racconta le sofferenze, gli sforzi, i sacrifici di uomini e donne la cui fisicità è diventata emblema. Dal fisico di Beckham, icona glamour, a quello flessuoso di Valentino Rossi, simbolo del campione, da quello di Primo Carnera, gloria del regime fascista, a quello possente di Heidi Krieger, orgoglio dei regimi dell’Est.
Con Emanuela Audisio, inviata speciale de La Repubblica e prima giornalista italiana che ha seguito con continuità Olimpiadi, coppe del mondo di calcio, mondiali di boxe, di atletica, di ciclismo e di basket, discuteranno Carlo Antonelli direttore di Rolling Stones Italia, Paola Bottelli, direttore di Uomo Vogue e Marco Tardelli, ex campione del mondo ’82.