Maratona di New York Trials: muore Shay

Una giornata di festa, un anticipo dell’intensa ed emozionante domenica dedicata alla maratona di New York e ai suoi 40mila partecipanti, si è trasformata in tragedia.
Sui «trials» americani, le gare di qualificazioni per far parte della squadra Usa impegnata nella maratona di Pechino 2008, irrompe la morte di Ryan Shay, stroncato a 28 anni da un attacco cardiaco. L’atleta, campione nazionale di specialità nel 2003 in aggiunta ai quattro titoli vinti sulla distanza dei 20 chilometri, era uno dei favoriti per la vittoria. Il cuore di Shay non ha retto allo sforzo, al punto che l’atleta è morto al suo arrivo all’ospedale Lennox Hospital di Manhattan. Durante la corsa, all’altezza della 75ma Strada di Manhattan a Central Park, intorno all’ottavo chilometro, Shay si è accasciato sull’asfalto. Sono partiti i soccorsi, ma la corsa al vicino ospedale non è servita a salvargli la vita.