Maratona di sedute per l’approvazione

Una vera e propria maratona di consigli quella che parte oggi a Palazzo Marino. Posta in palio l’emissione dei bond con cui la giunta ha già deliberato di rifinanziare oltre la metà del debito comunale. Circa un miliardo e 700 milioni di euro, sui tre miliardi complessivi. Ultima data utile per l’operazione venerdì 17 giugno. Tempi strettissimi e perciò calendario con sedute ogni giorno dalle 15 alle 22 per poter emettere i prestiti obbligazionari gestiti dall’istituto finanziario che si aggiudicherà l’incarico. Prevedibile l’ostruzionismo dell’opposizione che ha già minacciato battaglia in aula. Il centrodestra, risponde il capogruppo di FI Manfredi Palmeri, risponderà con una gestione «scientifica» delle presenze in aula. Niente sorprese, dunque, e numero legale che non dovrà essere mai messo a rischio. «I capigruppo di maggioranza - spiega Palmeri - controlleranno le presenze. Un atto dovuto, dato che tutte le forze del centrodestra hanno concordato all’unanimità di voler approvare la delibera. E visto l’atteggiamento irresponsabile della minoranza che già in occasione della delibera relativa all’Ici ha scelto la strada dell’Aventino. Ma se il centrosinistra proporrà emendamenti in grado di migliorare la delibera li discuteremo, se sono invece semplicemente strumentali li rifiuteremo senza nemmeno prenderli in considerazione».