Marche da bollo false Centinaia di sequestri

Centinaia di atti notarili con apposizione di marche da bollo false. Un meccanismo sofisticato per la falsificazione, e un sospetto: che dietro tutto ci sia un’organizzazione criminale che copra un vasto territorio della capitale, dall’Eur al centro storico. Sono i dati sui quali sta lavorando la procura nell’ambito di una inchiesta affidata ai pm Salvatore Vitello e Maria Francesca Loy. Produzione e uso di bolli contraffatti è il reato ipotizzato, anche se allo stato non ci sarebbero iscritti nel registro degli indagati.