Marchetta: «In campo gli uomini più capaci»

Tipico esempio di crescita manageriale realizzata anche all'estero è rappresentato dal profilo professionale di Giovanni Marchetta. Da responsabile dell'area Sud di Banca Mediolanum diventa, prima, protagonista della fase di start up e sviluppo di Fibanc in Spagna, per poi guidare le reti estere, e ora fare ritorno in Italia per potenziare ulteriormente la rete principale della Banca.
Quanto ha inciso la sua lunga esperienza in Banca Mediolanum sul lancio e il successo della nuova rete spagnola?
Ho lavorato in tutte le parti d'Italia e ho ricoperto tutte le funzioni possibili nella rete nazionale della Banca: da promotore a supervisore a manager, fino a diventare responsabile di un'area regionale, poi un ruolo nella sede centrale dove sono stato chiamato per occuparmi di qualità del servizio. In Spagna, come Direttore Commerciale a partire dal 2000, mi è stata offerta l'opportunità di avviare una realtà completamente nuova. Il coordinamento dei circuiti d'oltralpe, invece, ha rappresentato tanto un'esperienza di sede, quanto di territorio.
Forte del suo background, qual è il valore aggiunto di Banca Mediolanum?
Anche la nostra Banca si propone come scopo lo sviluppo delle reti, ma con una differenza: se l'espansione degli altri istituti di credito si misura con l'apertura di nuovi sportelli, per noi ciò avviene con l'inserimento di nuove risorse. Mentre i nostri competitor "comprano" portafogli, noi uomini capaci.