Marchetti e Cassano, tra mercato e gossip

Mercato e fantamercato tra Genoa e Samp. Gennaio si avvicina e le voci si rincorrono, alcune sostenute anche da fatti concreti come la rottura ormai insanabile tra Antonio Cassano e il presidente blucerchiato Riccardo Garrone. Decisamente più avaro di certezze il discorso che vorrebbe il Genoa sulle tracce di Federico Marchetti, portiere del Cagliari, titolare della Nazionale ai Mondiali in Sudafrica. Qualche ex dirigente rimasto nel mondo del calcio come opinionista tv vedrebbe addirittura Enrico Preziosi deciso a fare un favore all’amico e collega cagliaritano Massimo Cellino, liberandolo dal portiere fuori rosa e dal suo ingaggio. Se già l’amicizia tra i due è tutt’altro che leggendaria, ieri a negare la trattativa pur nella speranza di vederla decollare è lo stesso presidente cagliaritano. «Non ho parlato con Preziosi e non c’è alcun accordo tra noi, ma sono pronto a cedergli Marchetti qualora lo volesse - ha commentato Cellino ai microfoni di Pianetagenoa1893.net - Ne avevamo già parlato quest’estate ma poi il Genoa aveva preso Eduardo e non se ne fece più nulla. Non ho alcun problema ora a cedere Marchetti: aspetto un contatto da Preziosi». Per il Genoa la vera brutta notizia arriva dall’infermeria: l’infortunio a Kaladze terrà il difensore fuori fino a gennaio.
Di Cassaneide si parla invece a proposito del tormentone sulla futura squadra del barese. Ogni giorno viene accostato a una società diversa, tra accelerate e smentite. La voce più insistente è quella che lo vuole ormai dell’Inter. On line, su ilsussidiario.net, si leggono anche i dettagli e le condizioni: «Il presidente Moratti ha fatto un’apertura verso Cassano, l’aveva già fatta dopo una iniziale riluttanza ai tempi di Mourinho, ma fu l’allenatore portoghese a bocciare poi il suo arrivo alla Pinetina. Moratti però vuole correre il rischio col minor danno possibile e per questo sta ponendo come condizione al giocatore un’importante riduzione dello stipendio».