Il marchio che vale di più? È Google

Anche quest’anno Google è il marchio aziendale che ha più valore al mondo. Secondo la ricerca presentata da Millward Brown Optimor «BRANDZ Top 100 Most Valuable Global Brands» il marchio Google vale infatti ben 100 miliardi di dollari, in crescita del 16% rispetto al 2008. Al secondo posto c’è Microsoft con 76 miliardi di dollari e al terzo Coca Cola con 67. La ricerca mette in evidenza che a livello complessivo, nonostante l’attuale situazione economica, il valore aggregato dei 100 brand in classifica è aumentato nel 2009 dell’1,7% rispetto all’anno precedente, superando i 1.950 miliardi di dollari. Ma se Google e Microsoft sono veterani della classifica Coca Cola ha invece preso il posto di General Electric scivolata all’ottavo posto in classifica. Al quarto posto c’è un’altra società tecnologica, ossia Ibm cresciuta del 20%, al quinto McDonald’s, al sesto Apple. La vera sorpresa è Vodafone, nona, cresciuta del 45% con un valore di 53 miliardi di dollari e Blackberry al 16° in crescita del 100%. Tra i brand italiani, nei migliori 100, sono presenti solo Gucci, con un valore di marca di quasi 7,5 miliardi di dollari (86°), e Tim, con circa 6,4 miliardi di dollari (99°). L’indagine è stata effettuata incrociando dati finanziari e valutazioni espresse da oltre un milione di consumatori su una base di oltre 50mila marche.
Tornando alla classifica si segnalano alcune curiosità. Infatti i marchi caratterizzati da un buon rapporto qualità prezzo hanno registrato ottime performance: H&M per esempio è cresciuto dell’8%, scalando la prima posizione dei brand nel settore dell’abbigliamento. Bene anche Wal-Mart (+19%), Aldi (+49%) e Auchan (+48%). Non c’è dubbio comunque che la crisi si fa sentire e quindi hanno avuto buon successo alcuni marchi che si utilizzano da casa come Amazon, il sito che vende libri, +85% del valore, eBay, quello delle aste, cresciuto del 16%, e Nintendo per i videogiochi che è entrato in classifica per la prima volta approdando direttamente alla 32° posizione.