Il «marchio» di identificazione su 650mila vetture in un anno

La maggior parte delle case, tra cui il gruppo Fiat, aderiscono al programma Gli accordi stipulati con le assicurazioni

Nel 2006, in Italia, sono state immatricolate circa 650mila autovetture nuove marchiate Identicar, la maggior parte delle quali presso le concessionarie (2.700 in Italia) che con l’azienda bolognese hanno siglato da tempo un accordo. Ma I.car Identicar è oggi operativa in ben 17 Paesi (crescente è la diffusione in Stati Uniti e altri mercati americani) sia con la semplice impressione del marchio sui cristalli sia con le polizze che ha messo a punto insieme a decine di compagnie in tutto il mondo facendo leva sugli accordi stipulati con Fondiaria, Sai e HDI assicurazioni.
Oltre 60milioni sono gli automezzi «identificati», circa 12 milioni quelli circolanti nella nostra Penisola. Sempre più numerose sono le case costruttrici che aderiscono al programma della I.Car: da Citroën a Mitsubishi, da Lancia ad Alfa Romeo, fino all’accordo con il gruppo Fiat (firmato dall’amministratore delegato Sergio Marchionne, evento di cui Roberto Muriana va giustamente fiero). Evoluzioni, nel gruppo bolognese, ce ne saranno, perché la creatività del suo presidente è inarrestabile, è una vera missione nel cercare di garantire la serenità totale dei proprietari di un’auto che lo ha portato a mettere a punto, nel 1996, la rivoluzionaria polizza Safety Car poi adottata da DaimlerChrysler Italia per tutte le sue vetture. «L’automobile, in ordine di importanza nella vita di una persona, viene al secondo posto dopo la casa. Richiede sacrifici e rappresenta un traguardo. Io - dice Muriana - voglio essere al fianco di queste persone, perché il loro investimento sia sempre protetto, offrendo fin dall’inizio favorevoli condizioni di acquisto con finanziamenti agevolati. Vorrei che nella mia azienda vedessero un consulente, anzi, un vero e proprio tutor». Sono le particolari condizioni che troviamo nei contratti di Sava per le vetture Fiat e gli sconti che una cinquantina di compagnie di assicurazioni praticano ai contraenti che provvedono a identificare la vettura con il sistema Identicar. Come la Settimana Enigmistica anche Identicar vanta tanti tentativi di imitazione, ma nessuno si è mai nemmeno avvicinato alla sua trentennale leadership, perché, al di là delle numerose opportunità che i programmi I.Car Identicar sono in grado di proporre agli automobilisti resta sempre la possibilità della semplice marchiatura, una garanzia, ottenibile presso uno dei centri affiliati sparsi sul territorio a meno di 200 euro.