Un marchio pronto per la Borsa

Con Domenico Petrone, pugliese cresciuto a Torino e imprenditore della prima generazione, ecco un’altra puntata della nostra inchiesta dedicata agli Innovatori. Classe 1950, perito elettronico grazie alle scuole serali, Petrone lavora come operaio in un’azienda del gruppo Comau, quindi apre nel 1974 un laboratorio elettronico di nome Elem. Fornisce schede elettroniche per Comau e quindi per Olivetti, entra poi nel mondo dei sistemi di navigazione satellitare e nel 2002 acquisisce Viasat, società di antifurti satellitari. E dà un nuovo nome alla sua società chiamandola Viasat group: 302 dipendenti, 39 milioni di fatturato, 19 milioni di liquidità, per il 98,5% della famiglia Petrone e per l’1,5% di Domenico Bordone, ex ad di Magneti Marelli. Ha chiesto alla Consob di entrare in Borsa mettendo sul mercato almeno il 35% delle azioni.