Marchionne incontrerà investitori Usa

Sergio Marchionne, amministratore delegato della Fiat, è negli Usa per partecipare al board di Cnh, la società di macchine agricole del gruppo, e nei prossimi giorni incontrerà, a New York, investitori istituzionali statunitensi. Marchionne illustrerà al mondo finanziario americano i risultati conseguiti nel risanamento dell’azienda e i progetti del gruppo. L’obiettivo è cercare di convincerli a investire nella Fiat. Il biglietto da visita con cui il manager si presenta è di tutto rispetto: ha da poco incassato gli elogi del settimanale The Economist che ha sottolineato la sua abilità e le sue chance per salvare l’azienda. E porta con sé i primi risultati concreti della svolta ottenuta sul mercato automobilistico italiano, grazie ai nuovi modelli, con il superamento della soglia del 30% a novembre. «Il 2005 è stato un anno positivo e nel 2006 faremo risultati industriali in linea con le previsioni»- ha detto nei giorni scorsi Marchionne. In Borsa, intanto, il titolo Fiat sale: ieri ha chiuso con una crescita dell’1,39% a 7,58 euro. Continua, infine, il buon momento di Fiat Auto in Brasile. A novembre le vendite del marchio italiano sono cresciute del 26,3%.