Marchionne, «l’artista dei salvataggi» chiamato alla sfida più difficile

Sergio Marchionne fa il pieno di elogi sulla stampa statunitense. L’ad di Fiat viene infatti definito «artista dei salvataggi» e i suoi risultati - secondo il «Los Angeles Times» - «sono una delle ragioni per cui Obama ha spinto Chrysler verso la casa automobilistica italiana». E con questa sfida «Marchionne potrà dimostrare che il suo successo non è frutto di fortuna, ma di capacità». Anche il «Wall Street Journal» spende parole al miele per Marchionne, chiamato «ad applicare l’esperienza Fiat per resuscitare Chrysler». L’inglese «Financial Times», invece, definisce l’operazione italo-americana «un precedente pericoloso» per gli Stati Uniti.