Marchionne sarà presidente della Acea

Pierluigi Bonora

da Milano

Settembre intenso per i vertici della Fiat. Oggi il presidente Luca di Montezemolo e l’amministratore delegato Sergio Marchionne saranno a Roma per presentare la Grande Punto al capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi, e al premier Silvio Berlusconi. Montezemolo e Marchionne partiranno quindi per Francoforte dove, tra oggi e mercoledì, il Salone dell’auto sarà dedicato alle anteprime riservate alla stampa. In Germania, l’ad della Fiat parteciperà anche alla riunione organizzata dalla Acea, l’Associazione europea dei costruttori, a cui prenderanno parte i numeri uno delle case automobilistiche del Vecchio continente. E proprio dell’Acea, Marchionne si prepara a diventare il presidente subentrando, in gennaio, a Bernd Pischetsrieder (Volkswagen). Sempre a Francoforte dovrebbero conoscersi altri particolari sull’alleanza con la Ford che permetterà al Lingotto di produrre, beneficiando delle sinergie con gli americani, circa 100mila 500 dal 2007. Torino, inoltre, fornirà alla Ford i motori per la Ka.
Dopo il Salone, ad attendere Marchionne sarà l’operazione convertendo. Il 15 si riunirà il cda della Fiat per la delibera dell’aumento di capitale al servizio del prestito convertendo di 3 miliardi. Il passaggio non dovrebbe riservare grandi sorprese, con un prezzo di emissione dei nuovi titoli atteso poco sopra i 10 euro. Il 20, con la scadenza del finanziamento, sarà la volta delle banche, che dovranno sottoscrivere i titoli. Il cda Ifil del 28 prenderà atto del nuovo scenario.