Marchionne scherza su Ford e GM

Fiat

In appena tre anni la Fiat è passata da una situazione di profonda crisi, in cui non si sapeva se cederne il controllo a General Motors, al recupero dei profitti e delle quote di mercato, al punto che «oggi potrebbe comprare General Motors e Ford». Intendendo che «il valore in Borsa di Fiat è superiore alla somma di valore in Borsa di General Motors e Ford. È un fatto matematico». A fare la battuta sul risanamento del Lingotto è il suo artefice, l’amministratore delegato Sergio Marchionne, nel suo intervento al convegno «Impresa aperta» che si è svolto ieri all’Università Bocconi di Milano. «Abbiamo capovolto una situazione negativa - ha poi detto Marchionne - e ora dobbiamo andare anche oltre».