Marchionni o Guzman per la fascia

Sereni, Curci, Belardi, o più probabilmente Berti. Perché la Sampdoria potrebbe anche aspettare il recupero dell'estremo difensore che si è infortunato a Reggio Calabria e alla fine riportare il baby Padelli dal Crotone. L'ipotesi nuovo portiere per il mercato di gennaio quindi si allontana, ma l'intenzione della società è di rinforzare la squadra soprattutto sulla corsia di destra, quella attualmente ricoperta con un po' di fatica visto che non è il suo ruolo, da Fabio Quagliarella.
Ma è proprio sugli esterni che Novellino cerca il giocatore che potrebbe far fare alla Sampdoria il salto di qualità. E i nomi sul taccuino dell'amministratore delegato Beppe Marotta sono sostanzialmente due: Tomas Guzman o Marco Marchionni. Partiamo da un dato certo: l'operazione con la Juventus, con uno o l'altro giocatore, si farà. Il club bianconero vuole mettere le mani sul giovane campione Salvatore Foti, uno dei migliori sulla piazza secondo gli osservatori del mercato italiano. Il problema è che con Bazzani, Bonazzoli, Flachi e Quagliarella per Foti non c'è spazio e il giovane attaccante avrebbe invece bisogno di giocare. Così a gennaio verrà ceduto, inizialmente si pensava con la formula del prestito. Invece la soluzione potrebbe essere semplice: la metà di Foti (l'altra metà è dell'Udinese) alla Juventus per uno tra Marchionni e Guzman. E nell'operazione già abbastanza complicata potrebbe essere inserito anche il baby portiere Belardi che però è reduce da un problema al ginocchio (è stato operato il 20 dicembre per una lesione del menisco e tornerà a disposizione il 20 gennaio). A questo punto ormai la Samp potrebbe decidere di aspettare Berti e nel frattempo sostituire Padelli con lo stesso Belardi.
Comunque sia la prima scelta di Walter Novellino rimane sempre quella di un esterno di qualità: ecco quindi che il nome in cima alla lista è quello di Marchionni, da sempre pallino del tecnico blucerchiato. Grande corsa, ottimi cross e buona tecnica, Marchionni ha 26 anni ed è nato a Monterotondo. Ha esordito in serie A giovanissimo con l'Empoli nel 1998 dove si è fermato 3 stagioni, poi l'arrivo a Parma, squadra che lo ha consacrato ai vertici del calcio. La Juventus ovviamente non se lo è lasciato scappare ma i rapporti con il tecnico Deschamp non sono idilliaci e lui sarebbe intenzionato a partire. La prima soluzione è un ritorno a Parma: l'esterno ha giocato molti anni in gialloblù e conosce l'ambiente ma la prospettiva è lottare per la salvezza. Se la Sampdoria non dovessero arrivare ad un accordo (soprattutto a causa del pesante ingaggio del giocatore) ecco che la seconda scelta sarebbe Tomas Gusman, 24 anni del Paraguay: è un attaccante ma gioca anche esterno, ed è di proprietà della Juventus dal Duemila, poi fu ceduto in prestito a Messina, Crotone e Siena. L'impressione comunque è che l'acquisto importante di casa Samp a gennaio sarà solo uno, e ovviamente sarà un uomo di fascia.