Marco sorride. Ancora. Sempre e dovunque... E «SUPERSIC» diventa un libro

Da lunedì 14 in libreria il volume tributo allo sfortunato campione della MotoGp raccontato attraverso molte immagini e la delicata penna di Marco Evangelisti, inviato del «Corriere dello Sport» (Edizione Gargoyle, 96 pp, 13 euro). Parte del ricavato andrà all'onlus sostenuta da Marco Simoncelli

«Marco sorride. Ancora. Sorride sempre e dovunque. Non solo sui furgoncini che ancora giravano giorni dopo la catastrofe, lui, la sua tuta coreografica, le scritte pubblicitarie. Sorride praticamente su ogni foto che si trovi in giro per la stampa e per il web, sorride nella testa di chi lo ricorda, sorride con la chitarra in mano in quell'immagine sospesa al muro, ultima cosa che chiunque sia passato di lì, per il teatro di Coriano a salutarlo, abbia guardato: il Simoncelli ritratto e autentico, non il simulacro appoggiato nel feretro. Sorride, ed è per questo che l'Italia - e assai più dell'Italia - si è fermata a osservarlo andare via...».
Inizia così «SUPERSIC, Tributo a Marco Simoncelli», Gargoyle Editore) novantasei pagine splendide perché la tragica e breve storia di Marco splende dentro di noi densa di emozioni e dolore e rimpianto, e perché a curare questo volume, a raccordarne l'anima fatta di foto, tantissime foto, sono gli splendidi testi di Marco Evangelisti, inviato di punta del Corriere dello Sport ma, soprattutto, penna capace di regalare emozioni anche solo descrivendo una panchina, figuriamoci di fronte, in mezzo, dentro una tragica e commovente storia sportiva.
«(...) Non è questione di età - scrive più avanti Evangelisti -: giovani e anziani si sono raccolti sullo stesso sagrato. Non è questione di tipo di mass media: lettori, ascoltatori, utenti del web sono rimasti per giorni e giorni in ascolto. È come se, improvvisamente e semplicemente, l'Italia intera abbia avvertito di avere un'anima e che quell'anima sia stata offesa e ferita. Come se fossimo stanchi di indifferenza, di inerzia e di banalità. Come se Marco avesse catalizzato una salutare esplosione di energia emotiva di cui a lungo sentivamo di essere in astinenza. Come se fossimo stanchi di muso lungo, di maleducazione e malumore. Come se stessimo piangendo un sorriso...».
Un libro di immagini, dunque, ma anche di parole che raccontano a loro volta per immagini un ragazzo al tempo stesso fortunato e sfortunato. Un libro che ha il merito di mettere fuoco un giovane diventato esempio positivo per migliaia di ragazzi, capace di mandare a tutti - e non solo ai giovani - il messaggio più importante: che i sogni vanno cavalcati, comunque e sempre. Un libro che ci dice chi era Marco, che ne ripercorre l'esaltante mondiale 250 e l'intensa, breve, tragica cavalcata in Motogp.
(Il volume sarà in libreria da lunedì 14 novembre. Parte del ricavato delle vendite andrà all'associazione Onlus "Rimini autismo" sostenuta da Simoncelli)