Marconi, anche i venditori abusivi iniziano i saldi

«I saldi nel quartiere Marconi procedono in contemporanea con gli abusivi sui marciapiedi. Anche dopo aver presentato a Palazzo Valentini una serie di interrogazioni in materia di controllo del commercio abusivo, vi è una vera e propria invasione», denuncia Piergiorgio Benvenuti, capogruppo di An alla Provincia di Roma. «Anche domenica - prosegue Benvenuti - ci saranno cento abusivi sui marciapiedi di piazza della Radio, Ponte Marconi e via Grimaldi, che vendono di tutto a prezzi scontati. Sono i saldi dell’abusivismo commerciale che pratica sconti nello stesso periodo dei commercianti regolari, creando un supplemento di danno economico ai negozianti». «Dove sono - insiste l’esponente di An - i controlli costantemente sollecitati? E come mai nessuno si rende conto che i venditori abusivi fanno parte di una medesima organizzazione, e che i cartoni che vengono utilizzati per il commercio abusivo sui marciapiedi sono distribuiti da cinque, sei persone al massimo e che sono sempre le stesse - facilmente identificabili - che avvisano quando arrivano polizia e vigili urbani? Perché nessuno indaga in merito alla provenienza delle merci e blocca l’organizzazione che vi è dietro?».
«Inoltre - conclude Benvenuti - mi chiedo cosa venga nascosto nei cassonetti dell’Ama, costantemente controllati dalle stesse persone che coordinano il commercio illegale. Forse è giunto il momento di assecondare la richiesta dei cittadini di maggiore sicurezza, legalità e decoro del quartiere. Forse è giunto il momento della protesta, perchè 47mila residenti di Marconi non possono attendere ancora nel clima di inerzia da parte di chi dovrebbe intervenire».