Marcos e Haidi Giuliani: «Uniamo le lotte»

,

Il Subcomandante Marcos ha incontrato Haidi Gaggio Giuliani e Rosa Piro, le mamme di Carlo Giuliani e Dax (Davide Cesare), in visita in Chiapas insieme a una delegazione dell'associazone Ya Basta!, per consegnare agli zapatisti due ambulanze che portano il nome dei loro giovani figli scomparsi, entrambi esponenti della cosiddetta area antagonista.
L'incontro, avvenuto giovedì in Chiapas - spiegano gli attivisti di Ya basta! - è iniziato con un forte abbraccio tra le delegazioni e con un discorso del «Sub», che ha spiegato di sentirsi vicino a Carlo e Dax in quanto è «vicino a tutti quelli che nel mondo si ribellano e per questo vengono attaccati dai potenti». Marcos ha continuato dicendo che, «dal dolore, della morte di Carlo e Dax, possono nascere delle cose positive, come le ambulanze», accolte nel «caracol» (villaggio, ndr) zapatista di Oventic da due ali di folla festanti. In una lunga chiacchierata - riferiscono da Ya Basta! - l'Ezln ha voluto raccontare anche come è nata la cosiddetta «Altra campagna», avviata dalla sesta dichiarazione della Selva Lacandona, con cui gli zapatisti hanno proposto di unire le loro lotte a quelle di tutti gli altri movimenti contro il neoliberismo.
La delegazione zapatista, sempre secondo quanto raccontato da chi era presente all’incontro, ha anche voluto sapere come stavano andando le cose in Italia in generale, ma anche intorno al tema delle elezioni e dei Movimenti. Carlo Giuliani fu ucciso durante gli scontri a Genova in occasione del G8 nel 2001, mentre Davide Cesare, un giovane del centro sociale Orso, fu ucciso a Milano nel 2003.