Marcuzzi: «Aspetto notizie da Piersilvio Vorrei di nuovo il Gf»

Alessia ha il contratto in scadenza: «In questa edizione abbiamo aumentato gli ascolti. Spero di non far parte della dieta di Bertinotti»

Paolo Giordano

da Milano

Allora, Alessia Marcuzzi, siamo quasi arrivati alla fine.
«In effetti il mio contratto con Mediaset scade a giugno».
Ma no, del Grande Fratello.
«Stasera ultima puntata, sarà una festa».
Per soli uomini, però. Sono in tre a giocarsi la vittoria.
«Questa è una autentica sorpresa: non mi aspettavo che fossero eliminate tutte le ragazze».
Chi sceglie tra Filippo, Augusto e Fabiano?
«Lo rivelerò solo dopo la fine. Filippo è un romanticone autolesionista che piace alle donne. L’altro è intelligente, mi precede sempre. Invece Fabiano è il Taricone di quest’edizione. Loro hanno dimostrato che gli uomini sanno coalizzarsi meglio: pensavo riuscissero a fare meno calcoli».
Neppure la Marcuzzi è ferrata in materia: troppo istintiva e, diciamo, candida per avventurarsi in qualsiasi risiko professionale. Meglio il domino: lei inizia a parlare e non si ferma mai, stende un argomento dietro l’altro con un’energia tracimante e meno male che ogni tanto qualche risata la obbliga a prender fiato. Se l’Auditel si misurasse a quantità di parole, Alessia Marcuzzi sarebbe tutte le volte al cento per cento. Chissà. Intanto il Grande Fratello è stato il suo corso di laurea in prime time e lei lo ha affrontato come il solito, lanciando il sorriso oltre l’ostacolo, fino a superarlo.
Hanno scritto che avesse la tremarella.
«Non è vero, mai stata così poco agitata».
Neanche gli ascolti si sono emozionati molto.
«Casco dal pero. Abbiamo fatto una media del 33,5/34 per cento, che cosa si può volere di più?».
Don Matteo ce l’ha fatta: qualche volta vi ha pure battuto.
«Mi fa felice lo stesso. D’altronde quella fiction e il Grande Fratello non hanno lo stesso pubblico. Da questo punto di vista il nostro concorrente è stato Csi su Italia 1».
Per recuperare anche quel tipo di pubblico stasera avete invitato in studio tre calciatori: Collovati, Graziani e Antognoni?
«Su questa domanda preferisco dribblare».
Allora facciamo un bilancio.
«L’edizione che ho condotto io ha guadagnato ascolti rispetto all’ultima, ma non rispetto alla prima, che sfruttò l’enorme effetto-novità».
E ora?
«Mi piacerebbe rifarlo, col Grande Fratello mi sono trovata così bene che ora gli autori mi chiedono di disintossicarmi: gli telefono ogni due minuti per avere aggiornamenti».
Ma il suo contratto scade tra due mesi.
«Aspetto una chiamata di Piersilvio Berlusconi, che è sempre squisito con me».
Dopo Italia 1 ora è a Canale 5. Che cosa gli chiederà stavolta?
«Io non ho mai chiesto nulla, non sono quel tipo di persona. Ho una passione enorme per questo lavoro, l’ho sempre avuta fin da quando ero piccola, ma non sgomito così tanto per far carriera. Non è proprio il mio carattere».
Se le proponessero il sabato sera?
«Aspetto la chiamata. Ma se mi facessero questa proposta, accetterei. Anche se credo che al sabato sera non ci sia il mio tipo di pubblico, quello che sa che cosa aspettarsi da me».
Uno show o una fiction?
«Mi piacerebbe anche tornare a recitare. Carabinieri mi ha dato tanto e d’altronde questa è sempre stata una mia passione».
Bertinotti ha proposto di far perdere peso a Mediaset.
«Spero di non rientrare nella cura dimagrante. Diciamo che mi sento come una proteina vivente, non un grasso».