Mare blu e fasti napoleonici da vivere nel silenzio dell'Elba

Il grigio del ferro, argenteo sulfureo da scavare nella roccia; il rosso-biondo del rame da liberare dalle viscere della terra. Aethalia, la chiamò Aristotele, cioè «sprizzante scintille». E poi l'esplosione del blu cobalto e del celeste del mare; il verde baluginante della macchia mediterranea dei lecci, inframmezzata dai colori intensi dei corbezzoli, da quelli più sfumati dell'erica. Spiagge morbide di sabbia e cale rocciose in costa. E poco lontano, all'interno, un mondo d'altri tempi tempestato da pittoreschi villaggi tra ardite coltivazioni di viti a terrazza, da cui trarre pregiati vini. L'Elba è la più grande e conosciuta tra le isole che formano l'Arcipelago toscano, perle cadute in mare dalla collana di Afrodite secondo la leggenda. Terre rosse a oriente; coste alte e rocciose, erose dalle maree e pigmentate dal verde di alberi e cespugli nel centro e a ovest. Contesa e conquistata da genti diverse, l'Elba, in seguito al trattato di Amiens del 1802, divenne proprietà della Francia napoleonica, ma solo dal 1814 al febbraio '15 Napoleone Bonaparte fu fisicamente presente sull'isola come esiliato. Eppure la sua «zampata» resta indelebile, nonostante la fugace presenza: residenze come la Villa di S. Martino verso Marciana, la Palazzina dei Mulini e la Scalinata a Portoferraio, fortini, urbanistica, ponti, agricoltura, viabilità e perfino la bandiera elbana, bianca con una banda rossa e api dorate. In seguito a importanti vittorie sui pirati, papa Benedetto VIII donò l'Elba ai pisani che la tennero per quasi tre secoli. Ed è proprio la Sovrintendenza ai beni culturali di Pisa che organizza la Settimana napoleonica, che si svolgerà a partire dal 3 maggio a Portoferraio. Tantissime le iniziative: dalle rappresentazioni teatrali ai concerti di musica, dalla rievocazione dell'arrivo di Bonaparte alle rassegne cinematografiche e alle mostre a tema (www.sbappsae-pi.beniculturali.it).
Dal 1998 questa meravigliosa realtà, suddivisa in otto Comuni, è inserita a pieno titolo nel Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano. Non solo è bello perdersi nel suo mare noleggiando una barca, ma è facile e romantico - specie in questa stagione - girare nell'entroterra con l'auto alternando paesaggi di costa e di montagna. In occasione della manifestazione si può scegliere di soggiornare nei due alberghi della prestigiosa catena Relais du Silence. La struttura più prossima a Portoferraio è l'Hotel Sant'Andrea a Marciana, piccolo, delizioso, curatissimo in ogni particolare con la dedizione e discrezione tipiche delle intelligenti e appassionate conduzioni familiari (www.hotelsantandrea.com, tel. 0565.908006, doppia con prima colazione da 48 euro; ristorante da 20 euro). Da sogno la terrazza-giardino panoramica che si affaccia sull'incantevole baia di Capo Sant'Andrea, dove, appena il tempo lo consente, ci si può rilassare e riposare in uno dei tanti angoli previsti per un dorato isolamento o farsi baciare dal sole. Proprio qui a fine aprile sarà presentata la nuova guida della catena alberghiera.
Un'altra struttura appartenente ai Relais du Silence è La Tenuta delle Ripalte nella località omonima vicino a Capoliveri (www.tenutadelleripalte.com, tel. 0565.94211, doppia con prima colazione da 86 euro), paese arroccato su un piccolo colle panoramico con stradine e sottopassi di antico sapore. Il corpo centrale è una villa ottocentesca oggetto di un attento, amorevole recupero che l'ha trasformata in un suggestivo albergo. L'arredamento è in gran parte quello originale con mobili d'epoca. Un ampio terrazzo permette allo sguardo di spaziare sulla pineta e sul mare fino alle isole del Giglio, di Montecristo e Pianosa. Intorno, 450 ettari di frutteto, bosco, vigne, colline con maneggio, campi da tennis e una piscina circondata da specie botaniche mediterranee. Il ristorante è ricavato nelle antiche cantine con un dehors dove cenare godendo di una vista unica sulla villa illuminata scenograficamente. Nel menù piatti della tradizione toscana, ma anche di cucina internazionale. La Tenuta dispone di villette e appartamenti da affittare. D'estate le spiagge più prossime sono quelle di Morcone e di Pareti. Info: www.relaisdusilence.it; www.rendezvousenfrance.com. Sull'isola: www.islepark.it; www.turismo.intoscana.it.