Con "Il mare ci unisce" parte lo spettacolo del circus delle regate

LA STAGIONE DELLA VELA ENTRA NEL VIVO Dalla Millevele al Challenge "Dodero", dall’Audi Sardinia Cup alla classica Giraglia Rolex che festeggia i sessant’anni

[TESTO]Tempo di regate in tutti i mari d’Italia e per tutte le classi. Ieri sera c’è stata la cerimonia di apertura di «Il Mare ci unisce», una manifestazione che in quattro anni si è conquistato il favore degli armatori di barche storiche e degli appassionati in genere. Non è un caso che sia la seconda tappa del Circuito Marina Yachting-Ayde, nato dal sodalizio tra un brand di abbigliamento storicamente legato al mare e l’Associazione Yacht & Derive d’Epoca. Dieci appuntamenti in dieci scenari che evocano la bellezza della natura e la storia della nostra straordinaria tradizione nautica. «Il Mare ci unisce» si lega quest’anno alla contemporanea Millevele organizzata a Genova dallo Yacht Club Italiano e si svolge - come da copione del Palio - a Camogli e Recco. Vi partecipano numerosi gozzi a vela, le derive d’epoca, i coastal rowing provenienti da 20 Paesi, i leudi «Nuovo Aiuto di Dio», «Zigoela» e «Agostina» (appena restaurato), la goletta a gabbiole Pandora, la scialuppa settecentesca Atlantic Challenge «Creuza de Mä», il brigantino-goletta americano «Spirit of Chemainus» e il «Dragun», emblema e ambasciatore variopinto della marineria camoglina e non solo. Nel ricco programma di manifestazioni, si inserisce il XIII « Challenge Nicolò Dodero». Si tratta di una regata di barche a vela latina nel Golfo Paradiso - che si svolge ogni anno in località diverse della costa ligure - per onorareNicolò Dodero, nativo di Boccadasse e Medaglia d’argento al valor militare della Marina Sarda. Il modo migliore per ricordare i marinai liguri che nel XIX secolo hanno solcato i mari di tutto il mondo. Da sottolineare che Unicef partecipa come partner, condividendo lo spirito solidale della manifestazione e per raccogliere adesioni alla campagna «Vogliamo Zero» contro le malattie killer dei bambini. Dalla storia al presente, anzi all’avanguardia. È conto alla rovescia a Porto Cervo per l’Audi Sardinia Cup, una delle regate clou dell’estate, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda e Audi. La Casa dei quattro anelli è più che mai vicina alla grande vela come sponsor di circuiti o eventi ma anche direttamente sul Tp52 Azzurra. La nuova barca - uscita dai cantieri King Marine di Valencia su un progetto dello studio Botin Partners – è gestita dall’Audi Azzurra Sailing Team dove l’argentino Guillermo Parada riveste il ruolo di skipper, mentre gli italiani Vasco Vascotto e Checco Bruni sono, rispettivamente, stratega e di tattico. Azzurra è arrivata al varo ufficiale di Barcellona - madrina, la principessa Zahra Aga Khan – reduce dal trionfo a Palmavela e si è confermata veloce visto che nel 39° Trofeo Conde de Godò ha conquistato il primo posto a pari merito con Quantum. Le altre uscite di Azzurra nel Circuito 52 Super Series saranno - oltre alla già citata Audi Sardinia Cup - a Palma di Maiorca in luglio con la Royal Cup e la Copa del Rey, e infine a settembre con la Valencia Cup. Quanto alla partnership con lo Yacht Club Costa Smeralda – di cui è anche l’official automotive con una flotta di auto top di gamma – Audi sarà ancora protagonista dal 28 giugno al 1° luglio in occasione dell’Audi European Championship Melges 32 & Audi Sailing Series. Venerdì prossimo, infine, prenderà il via a Sanremo l’edizione numero 60 Giraglia Rolex Cup, organizzata dallo Yacht Club Italiano, con la collaborazione dello Yacht Club de France, della Société Nautique de St. Tropez e dello Yacht Club Sanremo e con la partnership di Rolex. Ad oggi le barche iscritte alla manifestazione sono 190.