La Mare e Monti di Arenzano capitale mondiale delle marce

La Marcia internazionale Mari e Monti che si tiene sabato e domenica prossimi ad Arenzano e in cinque comuni limitrofi con il campione olimpico Maurizio Damilano come testimonial, il prossimo anno ospiterà il Meeting internazionale delle marce mondiali. Lo ha annunciato ieri il sindaco di Arenzano, Luigi Gambino, nel presentare la manifestazione sportiva. «Per il prossimo anno siamo stati scelti come paese ospite del Meeting internazionale delle marce (l'Iml, International March League) che quest'anno si è tenuto a Seattle - ha spiegato il sindaco accanto all'assessore provinciale al commercio e turismo, Arnaldo Monteverde, nella sede della Provincia - Arriveranno due delegati per ciascuno dei 23 paesi dell'Iml».
La Marcia tocca quest'anno la 22 esima edizione e coinvolge anche i comuni di Cogoleto, Varazze, Celle ligure, Albisola superiore e quello di Albisola Marina, oltre al Parco del Beigua e la Riviera del Beigua: «È un tentativo di collaborazione dell'intera Riviera del Beigua», ha detto ancora Gambino, ricordando che l'edizione dello scorso anno ha avuto 3 mila partecipanti, fra cui alcuni stranieri. «È un'iniziativa geniale nella sua semplicità - ha detto l'assessore Monteverde - ormai i sistemi turistici locali sono elementi importanti per la promozione del territorio. E questo è un ottimo esempio». Con forti ricadute turistiche, tanto che sembra che gli albeghi della Riviera del Beigua stiano registrando il tutto esaurito.
La Marcia internazionale che prevede vari percorsi, più o meno lunghi e di varie difficoltà (con dislivelli da 200 ad oltre 1100 metri), ha un corollario di manifestazioni, mostre e stand gastronomici, con un concerto in via Bocca sabato sera a cui partecipa Max Manfredi interamente dedicato alle canzoni di Fabrizio De André. Domenica alle 17 sempre in via Bocca ci sarà la premiazione, mentre lunedì sera alle 21 è prevista al cinema Italia la presentazione di un libro sull'Alaska di Roberto Ghidoni.