Mare più blu tra Genova e La Spezia

Buone notizie da Goletta verde 2005, dopo Savona e Imperia, anche per Genova e La Spezia, dove quasi tutte le spiagge hanno ottenuto la promozione, anche se la situazione si è rivelata critica per le foci dei fiumi e torrenti e per le coste, viste le due «bandiere nere» ottenute a causa dei container-bungalow costruiti sulla collina della Baia blu di Lerici, e della proposta di trasformare la foce del Bisagno in un porto turistico.
L’obiettivo di Goletta verde, che pure sottolinea come i prelievi su cui ci è basati risalgano a stagione estiva non ancora iniziata, e dunque in un periodo «favorevole» per il non-inquinamento, non è quello di «conferire patenti di balneabilità», piuttosto informare i cittadini sulla qualità delle acque. E dunque via libera a Nervi, Recco, Camogli, Santa Margherita, Portofino, Rapallo, Lavagna e Sestri Levante, per quanto riguarda la provincia di Genova, mentre Levanto, Deiva, Framura, Riomaggiore, Portovenere e Lerici sono alcune delle località spezzine più pulite. I criteri usati sono quelli previsti dalle leggi italiane e in più l’analisi della quantità di batteri - presenti solo nell’intestino umano - presente nelle acque considerate.
Ma per gli appassionati di mare e per i semplici turisti c’è un’ulteriore possibilità per «fare il bagno informati»: scrivere un messaggio da un qualunque gestore al numero Vodafone 3404399439 con il nome della località di interesse e Goletta verde risponde in tempo reale con i dati aggiornati, e lo scorso anno ben 130mila persone si sono avvalse di questo servizio, per un turismo più consapevole. Inoltre la novità 2005 di questa collaborazione fra il gestore e Goletta è il concorso «Caccia alla Goletta»: chi ne avvisti una e ne invii la foto con un mms sempre allo stesso numero con il proprio indirizzo potrà ricevere a casa un gadget di Legambiente.