IL MARE SPORCO

Su di un quotidiano del Levante sono iniziate le calunnie e gli attacchi sul piano personale verso i consiglieri di Forza Italia rei di aver offeso il diritto di parola e di opinione dei cittadini di Sestri Levante e la libertà di effettuare trasmissioni televisive occupando una piccola porzione di suolo pubblico in una via centrale, senza traffico, che normalmente viene occupata dal mercatino e da accattoni.
Se mai ci fosse stato un qualche cittadino di Sestri Levante ad avere dubbi sull'arroganza e l'inconsistenza della nostra amministrazione comunale, con la vicenda del permesso negato alla Televisione della Libertà, beh, anche questi si dovrà ricredere. È troppo facile ribaltare sul sindaco le accuse fatte al gruppo consigliare di Forza Italia: Lavarello è triste per il fatto che esistono persone che intendono guidare la città senza amarla? Anche noi siamo tristi che vi siano persone che hanno amministrato la città in questi ultimi anni senza amarla e che non si vergognano di ripresentarsi ad amministrarla e a provocare altri danni.
Il sindaco ci accusa di perseguire fini politici? E chi più degli amministratori di Sestri Levante (...)