Maremetraggio, la Grecia sul grande schermo

Per festeggiare i suoi primi dieci anni di vita, Maremetraggio si prepara quest'anno per un'edizione davvero speciale. Il Festival punta per il 2009 a
un'internazionalizzazione delle opere in concorso, grazie a
una più stretta collaborazione con il mondo cinematografico greco

Trieste - Per festeggiare i suoi primi dieci anni di vita, Maremetraggio si prepara quest'anno per un'edizione davvero speciale. Senza abbandonare la formula ormai collaudata, che gli ha garantito nel tempo un sempre maggiore riscontro di pubblico e critica, il Festival del Cortometraggio e delle Opere prime punta per il 2009 a un'ulteriore internazionalizzazione delle opere in concorso, grazie a una più stretta collaborazione con il mondo cinematografico greco, realizzata attraverso una partnership con la Fondazione Ellenica. Per il secondo anno consecutivo il Festival potrà inoltre avvalersi del patrocinio dell'Unesco.

Un compleanno speciale Anche per la sua decima edizione Maremetraggio offrirà, per nove giorni consecutivi, dal 26 giugno al 4 luglio, proiezioni cinematografiche, conferenze e incontri con attori e registi, che regaleranno al pubblico una full immersion nel mondo del cinema e dei suoi protagonisti. Eventi culturali, approfondimenti, incontri ed happening consentiranno anche ai non addetti ai lavori di inserirsi virtualmente nell'ingranaggio cinematografico, per comprenderne il funzionamento, dalla realizzazione di corti e lungometraggi alla loro distribuzione. Tutto ciò che, in modo diretto o indiretto, ha a che fare con il cinema sarà materia di discussione e approfondimento durante la settimana di festival.

Festa del cinema Maremetraggio si confermerà ancora una volta come una grande festa del cinema, con la volontà di far conoscere il mondo di celluloide a 360° avvalendosi delle testimonianze dirette di chi ne ha fatto una ragione di vita. Oltre alle tematiche di carattere strettamente cinematografico, anche in questa edizione ci saranno dibattiti dedicati al sociale. Punto di forza del festival rimarrà la location, Trieste, che con le sue piazze incastonate tra l'Adriatico e il Carso e con la caratteristica luce dei suoi tramonti, apprezzatissima dai registi, sarà la cornice ideale per una festa che di anno in anno richiama sempre più pubblico dall'Italia e dall'Est Europa.

Conferenze, dibattiti e incontri Maremetraggio si allargherà tentacolarmente in diverse zone della città, mantenendo come centro di irradiazione piazza Sant'Antonio, dove allestirà il suo village, cuore pulsante della manifestazione per le conferenze, i dibattiti e gli incontri con il pubblico. Nel periodo del Festival sarà attivato un info point a disposizione del pubblico e degli ospiti. Con la decima edizione Maremetraggio si propone come vetrina per i nuovi talenti e trampolino di lancio per film e cortometraggi di qualità. Non mancheranno comunque attori e registi già noti al grande pubblico, che grazie a Maremetraggio faranno tappa a Trieste.

Le sezioni cardine Confermate le quattro sezioni cardine: Maremetraggio, Ippocampo, Corallino e CEI. Per la Sezione Maremetraggio sono già al vaglio i corti vincitori, nel 2008, dei più prestigiosi festival Europei, che si rimetteranno al giudizio di una giuria che assegnerà, al migliore tra i migliori, il premio di 10mila euro. Anche il pubblico assegnerà il premio al miglior corto. La Sezione Ippocampo presenterà le opere prime, con la possibilità di proporre anche film che non sono riusciti ad entrare nelle sale per mancanza di distribuzione. Tantissimi i premi previsti, come quello per la Miglior Opera prima, Miglior Attore, Miglior Attrice e il Premio della critica. La Sezione Corallino è come sempre dedicata al miglior cortometraggio realizzato a livello nazionale dalle scuole elementari, secondarie inferiori e superiori. Nato per stimolare la creatività dei ragazzi e per incoraggiare la loro passione per il cinema, il Corallino è l'occasione giusta per gli aspiranti registi e attori per mettersi alla prova e ottenere visibilità per i propri lavori. È, allo stesso tempo, un sistema efficace per premiare le scuole che investono nella conoscenza e diffusione dell'arte cinematografica.

Il programma per le scuole Dopo avere aperto l'anno scorso la competizione anche alla scuola primaria, offrendo la possibilità anche ai più piccoli di iniziare a prendere confidenza con il linguaggio del cinema, per la sua decima edizione Maremetraggio introduce un'ulteriore novità: per internazionalizzare e rendere più frizzante la competizione al Corallino 2009 potranno partecipare anche le scuole superiori della Grecia. La Sezione CEI, dedicata a cortometraggi e a registi che provengono dai paesi facenti parte dell’Iniziativa Centro Europea riserverà un’intera giornata alla CEI che culminerà, come ogni anno, in un evento speciale.

Retrospettiva sulla Grecia Dopo il buon riscontro ottenuto nella passata edizione con il focus dedicato alla cinematografia rumena e ai suoi protagonisti, quest'anno sarà la volta della Grecia, un altro Paese le cui produzioni sono quasi completamente sconosciute in Italia, nonostante sia la patria di registi che hanno fatto la storia del cinema, come il maestro Theo Angelopoulos. Nel panorama dei registi contemporanei molto è cambiato rispetto ai tempi di Angelopoulos: le pellicole sono più moderne e legate a problemi sociali. Ma anche più coraggiose, come dimostra la recente uscita di un film horror alla moda di Dario Argento, una novità assoluta nel panorama cinematografico greco. Sono già partiti i lavori per organizzare un focus sulla produzione di cortometraggi greci e per portare in Italia alcune personalità di rilievo nell’ambito culturale e cinematografico greco. Oltre al cinema, grazie alla collaborazione con la Fondazione Ellenica, la Grecia sarà protagonista anche di eventi di carattere culturale ed enogastronomico.

L'ospite d'onore Dopo il successo della retrospettiva dell'anno scorso su Margherita Buy, quest'anno sarà la volta di un attore/attrice italiano, che sarà presente nelle giornate conclusive del Festival. Come avvenuto per Margherita Buy, le proiezioni dei suoi film precederanno la settimana del Festival, e offriranno al pubblico un’ulteriore settimana di cinema. Maremetraggio dedicherà inoltre una Prospettiva ad una giovane attrice/attore che si distingua per talento e particolari scelte artistiche nel panorama cinematografico italiano. Sarà l’occasione giusta per conoscere il percorso formativo dell’artista e le sue aspettative per il futuro, incluse le difficoltà affrontate agli esordi.

I lavori in cantiere I lavori per i primi dieci anni di Maremetraggio sono già iniziati, con entusiasmo rinnovato dalla particolare ricorrenza, per mettere a punto un’edizione speciale, che continui a conciliare con efficacia proposte per il grande pubblico e chicche per intenditori, in modo da accontentare una platea sempre più vasta, nella convinzione che il cinema di qualità non scontenti mai i suoi spettatori.