La Margherita fa una giornata all’opposizione

I pacifisti? Vili e opportunisti. La riforma delle pensioni? Un provvedimento urgente che va preso, meglio prima che dopo, anche se risulterà impopolare in un pezzo d’Italia, perché un altro pezzo del Paese apprezzerà. Una stoccata al veleno qui, un consiglio sgradevole là. Tempi duri per il neonato governo Prodi, soprattutto se chi batte il tamburo della polemica non è il Polo, ma gli alleati della Margherita. E il suo quotidiano di riferimento, «Europa», che ieri titolava i due fondi di prima pagina «Quella sinistra incapace di crescere» e «Se c’è da fare qualcosa, fatela presto», come se fosse un giornale di opposizione. E la chiamano Unione.