La Margherita non invita il sindaco

Alla Festa della Margherita non c’è Letizia Moratti. Assente il sindaco di Milano che non è stato invitato «per evitare il bis in piccolo di quanto avvenuto alla festa dell’Unità». Fastidioso, evidentemente, scoprire che il sindaco di Milano conquista consensi anche nel centrosinistra. Sgarbo che Nando Dalla Chiesa detta al cronista senza nascondere l’irritazione per il feeling istituzionale nato tra il sindaco Letizia Moratti e il presidente della provincia Filippo Penati. Clima che pesa sulla kermesse che per quattro giorni - da domani a domenica - si svolge alla Cascina Anna di via Sant’Arnaldo, zona Bruzzano. Appuntamento all’insegna quasi esclusivamente di dibattiti, dove spicca quello sul Partito democratico con invitati Marilena Adamo, Sandra Bonsanti, Franco Monaco, Virginio Rognoni e Ombretta Fumagalli Carulli. Confronti di peso come quello tra Vittorio Sgarbi e don Antonio Mazza sul tema della violenza metropolitana (sabato, ore 18) oppure quello sui legami tra politica e territorio (sempre sabato, ore 11) con Roberto Caputo, Giovanni Colombo, Marco Formentini e Andrea Spirolazzi. E, ancora, l’intervento del ministro Enrico Letta (venerdì, ore 21) che dialoga con Pietro Ichino e Onorio Rosati della Cgil. Ma l’appuntamento clou della manifestazione è la tavola rotonda di chiusura (domenica, ore 18) dove Roberto Formigoni dibatte con Nando Dalla Chiesa, Lino Duilio e Patrizia Toia.