Maria Rosaria Omaggio non ha «pavogna» di nulla

Maria Rosaria Omaggio, L’energia trasparente. Curarsi con cristalli, pietre preziose e metalli, Edizioni Mediterranee 1990, 168 pagine.
Estratto: «Da dentro a fuori, da fuori a dentro, immersa tra simili, avverto quanto sia importante il bisogno di conoscere il motore che aziona, vibra e collega il tutto».
Estratto: «La domanda più ricorrente, che mi viene rivolta, è quando e come io abbia cominciato ad interessarmi di argomenti “speciali”. \ Posso rispondere con un’altra domanda: “Chi, dentro, ha paura e vergogna?”. Da piccolissima doveva essermi più chiaro, tanto che avevo unito queste due parole in una sola: “Pavogna”».
Estratto: «Le prime sensazioni di una buona decontrazione sono: i globi oculari sembrano essere rientrati, come due uova immerse in un liquido; la mandibola completamente allentata, quasi fosse staccata dal cranio e gli arti abbondanti, talvolta con un leggero formicolio alle estremità».
Dalla retrocopertina: «Ai sensi ordinari il mondo minerale appare come qualcosa di inerte, di statico, senza vita \ l’urgenza di comunicarlo agli altri, infine, mi è dettata dal bisogno, una sorta di eco interna, sicuramente collegato con quella parte dove nasce anche la necessità assoluta di conoscere, che convive con la curiosità femminile del sapere».